matrimonioLa vedovanza del mio quinquesavolo durò de facto poco più di 4 anni e mezzo. Quello il periodo che intercorse fra la morte di sua moglie Maddalena Montuschi il 25 aprile 1803 ed il matrimonio con la figlia del cugino Francesco, tale Caterina Fabbri. Va anche detto che quel Domenico Fabbri resta l’unico caso in discendenza diretta da me ad essersi sposato due volte.
Quel matrimonio si svolse il 23 dicembre 1807 e come prevede il rito fra due consanguinei, la Chiesa distinse rigorosamente il grado di parentela che intercorreva fra i due sposi in maniera tale da giustificarne l’unione, in quanto distanti parenti.

Il nuovo matrimonio avrebbe reso padre Domenico altre tre volte: Pietro, Agostino e Sabatino. Ma facciamo un passo indietro! Caterina era nata il 12 luglio 1778 da Francesco Fabbri e da Rosa Valentini. Nel 1807 aveva già 31 anni, un età insolita nella quale prendere marito: le sue coetanee avevano già formato una famiglia almeno da dieci anni! Era probabilmente la classica figlia zitella che resta coi genitori, ma forse c’è anche un altro elemento da considerare, ed ora andrò a rivelarlo.

Nell’autunno del 1804 Caterina rimane incinta di un uomo la cui identità rimane ignota. Che fosse il vedovo e suo futuro marito Domenico? Possibile. La bambina nasce il 6 luglio 1805 ma… “si ignora il padre” e viene chiamata Maria Fortunata Fabbri, ma le informazioni dall’atto di battesimo sono scarse: si sa solo che per via del pericolo di morte fu battezzata a casa in presenza di una certa Caterina, vedova Leoni (probabilmente la levatrice) e che poi fu ribattezzata da Don Saletti in maniera adeguata con Giuseppe Bombardini (coetaneo di Domenico) come padrino.

Di Maria Fortunata non si sa nulla. Come spesso accade, se è vissuta, è probabilmente stata chiamata semplicemente Maria Fabbri, un nome ed un cognome talmente diffusi fra i monti da renderla poco identificabile fra le carte degli anni successivi. Che sia deceduta piccina? O sarà diventata grande? Sarà stata riconosciuta da Domenico come sua figlia, sia che fosse figlia sua, sia che fosse figlia di un altro uomo? Domande alle quali non vi sarà mai una risposta…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *