Alessio

Alessio Fabbri è nato a Lugo di Romagna nel 1981, laureato

in Lingue e Letterature Straniere ed in Studi Culturali Letterari, Linguistici e Filologici all’Università degli studi di Ferrara, è insegnante di Lingua Inglese ed appassionato ricercatore di storia e di genealogia. Ha esordito con il romanzo storico “La magiara” con Sillabe di Sale Editore nel 2015, e nello stesso anno ha pubblicato autonomamente le due raccolte di storie brevi “Gli elementi dell’essere” e “Continuum”. Nel 2016 ha pubblicato il romanzo breve “Ciò che resta del silenzio” ed il romanzo storico “Il canto degli inquieti spiriti”.

"Alessio Fabbri riesce in maniera del tutto spontanea e istintiva a descrivere, in modo dettagliato e misterioso, l'anima degli uomini fragili che, costretti a combattere, non riuscivano a vivere."

"Il romanzo si presenta dunque come una sorta di omaggio generazionale, un richiamo alle proprie origini con l’obiettivo di non dimenticare, di non lasciare cadere la storia nel silenzio che spesso si genera attorno ad eventi o persone appartenenti ad un passato che sentiamo lontano, nonostante non lo sia affatto."

"Una storia di violenza ed emancipazione, di famiglia e di amore. Il tutto nella cornice di una Ferrara anni ’20, dove il mondo dell’aristocrazia si trova sempre più a fare i conti con i moti e i malumori della società e la lotta per i diritti passa anche attraverso incontri clandestini e scontri armati. "